viaSEO > Social media marketing: funzionerà?

Social media marketing: funzionerà?

by Mariangela Lecci on March 30, 2011

Social NetworkingIl marketing negli ultimi anni sta assumendo contorni e forme nuove. Assistiamo partecipi a un work in progress che si rinnova ogni giorno, che tira fuori novità ogni ora. Quello che funzionava un anno fa può rivelarsi obsoleto. Ma una caratteristica rintracciabile c’è. Sempre meno persone si affidano alla pubblicità tradizionale: la cartellonistica e i volantini cartacei sembrano cose d’altri tempi, sempre più out per il loro carattere invasivo e anti-ecologico. Pochi ricorrono agli spot pubblicitari nei cinema e nelle tv, un po’ perché i costi non sono sopportabili da tutti gli imprenditori, e un po’ perché la concorrenza combatte anche su altri fronti. Il guerrilla, il viral, il non conventional marketing più genericamente. Ma soprattutto il social media marketing.

Che cos’è il Social Media Marketing?

Una cosa molto semplice: diffondere il proprio brand tramite i social media per arrivare anche fuori dal web. Vantaggi: è gratuito. Svantaggi: nessuno.

Chi sa usare i social network e ha iniziato a lavorarci sul serio, sa che la presenza su di essi è fondamentale e proficua. Una notizia che normalmente avrebbe bisogno di mesi per la diffusione, su twitter si espande a macchia d’olio nel giro di poche ore. Non solo: case studies di successo raccontano che alcune aziende grazie alla loro presenza sui social network attuano un’efficacissimo metodo di customer service/satisfaction a costi quasi prossimi allo zero.

Ma ragioniamo con ordine.

Io sono un’azienda e ho bisogno di far conoscere la tipologia e la qualità dei miei prodotti e servizi. Convenzionalmente avrei bisogno di contattare una concessionaria di pubblicità, un giornale, una tipografia e un grafico. Nel marketing non convenzionale invece io posso adottare altre strategie. In questa sede specificamente mi soffermerò sulle potenzialità del marketing tramite l’uso dei Social Media.

Che cosa farò per divulgare il mio brand?

Supponiamo io venda articoli per il giardinaggio. Partirò dall’avere un buon weblog dove oltre a presentare la mia realtà commerciale, i miei prodotti, scriverò dei post per raccontare quali sono i vantaggi dell’uso di certi strumenti, potrò scrivere di tecniche di coltivazione, potrò suggerire cose adatte alla stagione, ecc. Poi aprirò dei profili sui principali canali social. Creerò un profilo su facebook: tramite una fan page suggerirò ulteriori informazioni utili alla causa e creerò interazione con l’utenza: un buongiorno con un sorriso, una risposta a dei dubbi su un certo prodotto, una promozione faranno sì che i miei potenziali clienti abbiano costantemente un contatto con me. Idem per Twitter, ma con sfumature leggermente diverse: twitter infatti ha una potenzialità di possibili contatti raggiungibili notevolemente superiore a facebook. Su quest’ultimo infatti la notizia si propaga in maniera lineare, su twitter invece esponenziale: se infatti tra i miei contatti mi retwitta una persona che è seguita da 10.000 followers la cosa… cambia notevolmente, che ne pensi? Su facebook ad un buon regime ho 1000 amici: a meno che non condividano tutti e 1000 la notizia, essa rimane lì, su twitter invece rimbalza notevolemente di più a seconda di più fattori. Non basta: se un mio potenziale cliente in quel momento che io scrivo è lì e ha da chiedermi qualcosa anche se non è “un mio amico” posso rispondergli e soddisfare un suo eventuale bisogno. Gratuitamente.

Ben diverso dal ricevere terribili telefonate da parte di centraliniste agguerrite che devono necessariamente venderti qualcosa, non credi? Tra l’altro il servizio di marketing sia inbound che outbound avrebbe un costo non indifferente. Un canale sui social network invece non costa nulla, costa solo la buona volontà di imparare a gestirlo.

Naturalmente facebook e twitter sono solo due esempi. Se io volessi aprire un canale youtube per mostrare delle tecniche di coltivazione? Dei tutorial specifici a vantaggio dei miei clienti? Anche quello è gratuito. E i video sono molto competitivi in rete!

La parola d’ordine è fantasia! Ci vuole molta inventiva per affermare il proprio brand in questo modo, ma di certo i risultati al momento indicano che i coraggiosi del social web stanno avendo ragione! Non sei ancora convinto? Sappi che uno degli argomenti di cui parleremo di persona nei workshop di giugno sarà proprio questo. Seguici nei prossimi post e iscriviti alla sezione formativa per imparare a gestire i Social Media.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: